Seleziona una pagina

RINCORRERE IL VENTO
In esposizione opere di Roberto Tonelli fino al 30 Giugno a Matera.
Nono appuntamento con i maestri dell’incisione italiana presso la sede del Distretto del Mobile imbottito,  in via Sette Dolori n. 12  a Matera nel Sasso Barisano, con la mostra  intitolata  “ Rincorrere il vento” che sarà inaugurata sabato 10 giugno alle ore 19:30.
Roberto Tonelli.
Nato a Bologna nel 1942, Roberto Tonelli  vive e lavora a Piacenza, in via Garibaldi 65, già “Palazzo della Zecca”.  Si è formato,  nella stessa città, presso l’istituto d’Arte
“F. Gazzola”, compiendo studi specifici su l’incisione.
E’ socio fondatore dell’Atelier del Borgo, associazione per la valorizzazione dell’opera d’arte su carta ed in particolare della grafica originale.
Sue opere sono conservate presso musei, enti pubblici e collezioni private.
Tonelli  trova il proprio linguaggio artistico nella tecnica dell’acquaforte su zinco, esperienza del segno esatto e minuzioso che consente di entrare veramente in ciò che si rappresenta fino a farne parte. “Sono diventato ramo, erba, neve” dice l’artista.
Bruna Milani definisce:  “Perfetta quindi la scelta di Tonelli di dedicarsi a quest’arte nella quale si caratterizza facendo di paesaggi luoghi, di ritratti esperienze, di emozioni segni tangibili, di risultati poesie visive.”
“Ciò che maggiormente colpisce nelle opere di Roberto Tonelli – dice Rosella Tiadina –  è il senso di solitudine e silenzio di cui sono pervase.  In buona parte di esse predomina la raffigurazione della natura-alberi, soprattutto, ma anche cieli stellati o pieni di nuvole barocche, presentata con minuzia descrittiva che non esclude  però il tocco surreale e quasi magico per cui gli alberi talvolta volano e i boschi sembrano trasformarsi in solenni cattedrali in cui filtra un raggio di sole… Anche quando vengono ritratti ambienti meno naturali, ci sorprende la loro vastità abitata non da persone, ma dall’assenza e dall’attesa: sedie impilate che aspettano i fedeli in una chiesa, abiti appesi in  una gigantesca sala, impalcature dove nessun operaio è intento al lavoro. Anche nei rari casi in cui la rappresentazione s’incentra su una persona, quel che più caratterizza l’essere umano, ossia l’espressione del volto, è invisibile… il suo lavoro consiste nel dare forma ai  pensieri, alle  fantasie, alle  passioni che sono solo suoi e solo attraverso le sue mani possono trovare vita. Proprio le mani, strumento principe dell’artista, sono protagoniste di due tra le più intense acqueforti di Tonelli: in una, Metamorfosi, esse , disegnate fino all’ultimo solco, fino all’ultima piega della pelle, si trasformano in rami altrettanto sottilmente  e meticolosamente raffigurati. Dall’albero nascono fiori e frutti, dalle mani dell’uomo può nascere tutto il bello ma anche tutto il male del mondo. L’altra opera, Rincorrere il vento, le rappresenta invece impegnate in un gioco infantile con una cordicella che le  avvolge ed imprigiona; i versi che accompagnano l’opera, tratti dal Qohèlet, dicono lo sconforto di chi, considerando tutto ciò che ha compiuto, si sente insoddisfatto, quasi che il suo impegno non avesse prodotto nulla di utile. Anche un artista, forse soprattutto lui , può essere preso da un senso di inutilità: ma la forza di quelle mani che si stagliano nette sul nero dello sfondo dice  la tenacia di chi non si arrende e crede che il mondo abbia sempre e comunque bisogno di arte e poesia, e che il tentare sia già fare… Perché questo è il dono di Tonelli: parlarci attraverso un silenzio  denso e abitato da tanti pensieri,  e per qualche momento metterci in contatto con qualcosa di vasto e profondo.”
Per altre informazioni sull’artista si può visitare la pagina www.robertotonelli.it
La mostra, come quelle dei mesi scorsi dedicate agli incisori associati di Matera, a Alfredo Bartolomeoli, Guido Navaretti,  Roberta Zamboni,  Bonizza Modolo,   Gianni Favaro,  Vladimiro Elvieri e Maria Chiara Toni,  Maurizio Boiani, rientra nella celebrazione dei quarant’anni di attività della “Grafica di via Sette Dolori” di Matera.
E’ stato possibile organizzare una così ricca rassegna di opere di maestri incisori italiani grazie all’appassionata dedizione dei maestri Vittorio Manno e Angelo Rizzelli, al contributo degli associati e alla collaborazione del Distretto del Mobile imbottito.
La mostra dedicata a Roberto Tonelli resterà aperta fino al 30 giugno 2017

L’esposizione è visitabile dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00 dal lunedì al sabato. La domenica previo contatto telefonico.

Vittorio Manno 3478032495, Angelo Rizzelli 3286310675, Daniela Cataldi 3203926454
Associazione Incisori Grafica di Via Sette Dolori
Via Sette Dolori, 7 – 75100 Matera, Italy
Mail: graficavia7dolori@tiscali.it
https://www.facebook.com/GraficaDiViaSetteDolori
http://graficaviasettedolori.blogspot.it/

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Share This

Share this post with your friends!