Seleziona una pagina

La città di Matera organizza le celebrazioni del 25 Aprile insieme la prefettura e la provincia, per rievocare la liberazione delle forze naziste.

secondo il programma, già nelle prime ore mattutine si comincia con la deposizione delle corone di alloro al Cippo di via Lucana, in memoria delle vittime della Milizia che fu fatta esplodere per uccidere i materani dissidenti.

La festa del 25 Aprile per i cittadini di Matera ha un’importanza ancora più forte.
Fu infatti questa la città che per prima in tutto il Sud Italia si ribellò al potere dei tedeschi, i quali per tale motivo si macchiarono ancora una volta del sangue di poveri innocenti, sacrificati nel palazzo della vecchia caserma di via lucana, detto della Milizia nel tragico 21 Settembre del 1943.

Alle ore 10:00 circa, la chiesa di San Francesco d’Assisi accoglie monsignor Salvatore Ligorio.
l’arcivescovo delle diocesi Matera – Irsina, celebra la Santa Messa in onore delle vittime del ’43.
Alle ore 11:00 – 11:30 circa nella piazza di San Francesco si radunano le autorità e le organizzazioni, i circoli e le congregazioni combattetti e dell’arma.

Successivamente la manifestazione prevede in piazza Vittorio Veneto che vengano apposte le corone di alloro al monumento dedicato ai caduti e gli eroi che si ribellarono alle truppe nemiche.
Dopo la deposizione degli allori, una serie di interventi da parte delle associazioni studentesche, dai politici, e dai vari esponenti del governo provinciale materano rievocheranno l’eroico gesto dei valorosi concittadini contro i nazifascisti.

Molto scenografico è il momento del picchetto armato dei carabinieri della zona durante la commemorazione storica nella piazza centrale.
Complessi bandistici locali saranno in giro per tutto il giorno in diversi momenti del programma.
E’ la giornata della memoria e del coraggio di questi uomini che quel giorno si sacrificarono per la salvezza comune.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Share This

Share this post with your friends!